padovanet mappa  

Padova Aprile Fotografia 2010
   

sezioni

link

Interni

Esterni

a cura di
  • Centro nazionale di fotografia
  • Comune di Padova - Settore Servizi istituzionali e Affari generali
  • Palazzo Moroni, via del Municipio 1 (Torre Anziani) - 35122 Padova
  • telefono 049 8204519
  • fax 049 8237557
  • e-mail: cnf@comune.padova.it
  • Sito internet: cnf.padovanet.it
  • Coordinatore
    Enrico Gusella

Massimilano Fusari. Iraq, oltre la frontiera


le altre mostre>>>

 

 

Aula Magna Liceo Classico Tito Livio (Riviera Tito Livio, 9)
sabato 11 febbraio 2006 – sabato 18 marzo 2006

Si inaugura sabato 11 febbraio 2006, alle ore 11.00 nell’Aula Magna del Liceo Classico "Tito Livio" (Riviera Tito Livio 9), la mostra fotografica "Massimiliano Fusari. Iraq: oltre la frontiera".
La rassegna, promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Spettacolo – Centro Nazionale di Fotografia e il Liceo Classico "Tito Livio", è costituita da una cinquantina di immagini che raccontano la vita della comunità irachena esule nella città iraniana di Kermanshah.
La città di Kermanshah, dove il fotografo ha vissuto per oltre due mesi, è la città iraniana più vicina al confine iracheno ed è stata particolarmente contesa negli otto anni di guerra tra Iraq e Iran. Qui la popolazione irachena è stata deportata all’inizio del 1980, tra l’instaurazione del nuovo governo islamico dell’Ayatollah Khomeini e l’inizio delle ostilità tra i due paesi.
Massimiliano Fusari sceglie di documentare la vita di una popolazione costretta al silenzio per oltre venticinque anni, in un momento cruciale della storia di questo paese: le prime elezioni democratiche dopo la caduta del regime di Saddam Hussein.
Il fotografo, attraverso le sue immagini, vuole dimostrare come la minoranza irachena stia costituendo il proprio codice identitario attraverso due momenti fondamentali: la partecipazione politica e quella religiosa. Infatti, il reportage si articola in tre fasi: il processo politico, la commemorazione dell’Ashura secondo la tradizione irachena e la commemorazione dell’Ashura secondo la tradizione iraniana. La cerimonia dell’Ashura è un rito funebre collettivo che si celebra per ricordare il massacro, avvenuto nel 680 d.C di Hussein, nipote del profeta Maometto, e del suo piccolo esercito contro i quattromila soldati del califfo Omayyade Yazid; in questa occasione, i fedeli si ritrovano nelle moschee e sfilano per le strade percuotendosi a mani aperte o ferendosi con la lama di una spada per simboleggiare il martirio. Il percorso fotografico propone una riflessione sulla perenne instabilità della situazione politica locale e sulle condizioni sociali dei profughi.
Lo spettatore si trova così ad osservare normali scene di vita quotidiana: un uomo si percuote il petto in commemorazione dell’Ashura; due donne scherzano con il fotografo, fotografandolo a loro volta; tre ragazzi sorridenti guardano l’obiettivo con curiosità; una coppia vestita di nero sorpresa di spalle mentre osserva da una panchina colorata il panorama grigio della città di Kermanshah.
Il reportage vuole quindi approfondire la difficile condizione delle comunità di emigranti che si costituiscono all’estero desiderose di conservare e ricostruire le proprie tradizioni religiose.

biografia

Massimiliano Fusari nasce nel 1972. Si laurea all’Università Ca’ Foscari di Venezia in Lingue e Letterature Orientali con una tesi sulla politica estera dell’Iran nei confronti dei Taliban (1999). Assegnista di ricerca con una borsa di studio a progetto per seguire un master in antropologia dei media alla University of London con un lavoro sulla creazione delle identità on-line delle elite politiche iraniane. Alterna all’attività di ricercatore quella di fotogiornalista, sia per la cronaca locale de Il Gazzettino, che per l’agenzia fotografica Iber-Press di Roma, quale specialista per l’area compresa dall’Africa mediterranea al Pakistan. Vanta numerose esperienze professionali per organizzazioni internazionali come l’International Organization for Migrations in Iran e per varie ditte private italiane e inglesi."Massimiliano Fusari. Iraq: oltre la frontiera"
Mostra promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Spettacolo – Centro Nazionale di Fotografia, a cura di Enrico Gusella. Direzione della mostra: Alessandra De Lucia.

Padova, Aula Magna Liceo Classico "Tito Livio" (Riviera Tito Livio 9)
11 febbraio – 18 marzo 2006
Orario: da lunedì a venerdì 9.00 – 17.00; sabato 9.00 – 13.00
Chiuso la domenica
Ingresso libero

Centro Nazionale di Fotografia
Via Isidoro Wiel 17 – 35127 Padova
Tel. e fax 049 8721598 / Tel. 049 8722531
e-mail: cnf@comune.padova.it
Sito internet: http://cnf.padovanet.it
Segreteria della mostra: Anna Defrancesco, Paola Lazzaro, Nicoletta Pavan, Silvia Scarabellotto.

Liceo Classico "Tito Livio", Riviera Tito Livio 9
Tel 049 8757324; fax 049 8752498
e-mail liceotitolivio@libero.it


Torna su

 

 

Link esterni



Torna su

 

 

 
A cura di:
Enrico Gusella

Padovanet | Mappa | Cerca

[ ultimo aggiornamento: 25-06-2018 ]