padovanet mappa  

Padova Aprile Fotografia 2010
   

sezioni

link

Interni

Esterni

a cura di
  • Centro nazionale di fotografia
  • Comune di Padova - Settore Servizi istituzionali e Affari generali
  • Palazzo Moroni, via del Municipio 1 (Torre Anziani) - 35122 Padova
  • telefono 049 8204519
  • fax 049 8237557
  • e-mail: cnf@comune.padova.it
  • Sito internet: cnf.padovanet.it
  • Coordinatore
    Enrico Gusella

Arti alle Stelle - Try to be Creative


le altre mostre>>>

 

 

Galleria Sottopasso della Stua
sabato 1 luglio 2006 – domenica 2 luglio 2006

a Padova
Arti alle Stelle
seconda edizione

"Try to be creative"

tra performance, dj set, danza e …

al Sottopasso della Stua (Largo Europa)
in occasione della NOTTE BIANCA

sabato 1 luglio 2006, dalle ore 21.00


Grande kermesse sabato 1 luglio 2006, dalle ore 21.00, nella Galleria Sottopasso della Stua in Largo Europa. Nell’ambito della manifestazione "Notte Bianca" avrà luogo "Try to be creative", rassegna promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Spettacolo - Centro Nazionale di Fotografia e da Scuola Italiana Design di Padova in collaborazione con FuoriBiennale, 2night e The Simple Company, e curata da Enrico Gusella, Giorgio Pellizzaro e Cristiano Seganfreddo.
La notte bianca al Sottopasso della Stua crocevia della creatività.
Per la Notte Bianca al Sottopasso della Stua avranno luogo una serie di interventi artistici volti a lanciare l’idea di una città dinamica.
L’idea è quella di trasformare il sottopasso in un crocevia culturale, artistico e creativo vista anche la sua conformazione logistica, di attraversamento e movimento, che si apre alla città.
Ad interpretare il crocevia sarà Scuola Italiana Design di Padova che proporrà un workshop pomeridiano che sfocerà in un’installazione interattiva notturna dove i visitatori si potranno divertire ad interpretare la notte. Un labirinto creativo in grado di misurare il grado di creatività di quanti si cimenteranno al suo interno. Il percorso attraversa cinque portali, ognuno dei quali pone una domanda che prevede due alternative di risposta. Le domande vanno ad indagare su diversi aspetti che contribuiscono allo sviluppo della creatività, tra ironia e divertimento, i quesiti infatti non hanno alcun fondamento scientifico. Chi dà la risposta errata esce dal labirinto. Quanti riusciranno a dare tutte le risposte esatte saranno dichiarati "100 % creativo" con timbro impresso sulla mano destra o, a richiesta, su altre parti del corpo.
La base musicale, sorta di tappeto sonoro alla serata, sarà invece curata da 2night, importante realtà editoriale per l’informazione multicanale e l’organizzazione di eventi nel mondo dell’entertainment e del tempo libero, che parteciperà alla Notte bianca con uno speciale corner dedicato alla musica e al divertimento. L’area 2night si trova in punto nevralgico della città il Sottopasso della Stua, crocevia per eccellenza della manifestazione.
Nella zona 2night , il dj Siddharta, resident della famosa one night capitolina Minima del club Saponeria, seleziona la migliore musica elettronica, soffermandosi sulle ultime tendenze della scena techno minimale, electro e deep&tech. Durante il dj set, con inizio alle ore 22.00 fino alle 2.00 del mattino, due 2night girls, photo reporter immortalano i volti della Notte Bianca che saranno poi visibili sul sito www.2night.it. Nel corner 2night saranno disponibili al pubblico le copie della edizione speciale del 2night Magazine: Guida ai Locali dell’Estate 2006.




Su questa base agiranno molti artisti e performers, gruppi e compagnie di danza contemporanea, quali "The Simple Company" di Elena Borgatti con lo spettacolo "SoloS", una performance risultato della commistione di diversi generi artistici che si distingue per l’originalità con cui descrive il suono attraverso il gesto.
In "SoloS" la compagnia padovana "The Simple Company" gioca con i suoni trasformandoli nella colonna sonora della propria danza: il vecchio che gioca con l’infante, un semplice esercizio di dizione, una citazione di Pasolini diventano in un primo tempo autentici oggetti musicali e, in seguito, danza. Il suono degli strumenti musicali veri e propri, e cioè quello di un violoncello, di una chitarra e di un basso, perde la sua connotazione reale - temporale e sembra piuttosto il pensiero di un suono, che si confonde con ricordi e frammenti di frasi. Il risultato è un journal intime ironico e disincantato, racchiuso in uno scrigno di melodie, melodie e ancora melodie.
Fra tango, strumenti acustici, teatro, improvvisazione, mimo, poesia, voci, rumori del quotidiano, si svolge un nonsense equidistante da Edward Lear, Ivor Cutler e Andy Kaufman.
I movimenti appaiono come flussi di pensiero, talvolta annotazioni, sempre scaturiti dal ricordo, dalla reminiscenza del vissuto, rivolti a molteplici "tu" cui si dona il proprio ascolto.
Persone che ci accompagnano nella vita di ogni giorno, a scapito molte volte di uomini finti vivi e che odorano in realtà di muffa, presi dal loro antropocentrismo forsennato, dalla loro smania narcisistica di apparire. In questi passi lo stile si fa ironico, mordace e leggero, capace di cogliere in fallo i travet dell’arte giocando con un intreccio di diversi generi artistici.
I danzatori esaltano le loro diversità raccontando immagini e suoni nel modo più anticonvenzionale e ironico possibile.
La compagnia padovana si esibirà nel corso della serata in più interventi all’interno e all’esterno della Galleria Sottopasso della Stua.
Esternamente sarà proiettato il video Whiteview del gruppo vicentino nb capannus; (entità/spazio composto dai 5 artisti Manuel Baldini, Pietro Scarso, Veronica Veronesi Palmieri, Paolo Mosele, Fabio Ferrando). Lo spazio esterno del Sottopasso della Stua viene indagato con uno sguardo disincantato da un’installazione video che lavora sul voyerismo contemporaneo ovvero l’ossessione di guardare ed essere guardati. Una finestra sulle nostre intime passioni pubbliche messe a nudo o meglio messe a video, in grandi dimensioni sopra le nostre teste di passanti.
Racconti in bianco racconta il bianco in 160 caratteri, come in un sms. A disposizione un singolare sito internet dove lasciare la propria traccia...nel mare bianco della scrittura.
Un progetto curato dai milanesi di RestaneFuori e Fuorisalone.it
Altra performance, dal titolo Bianco? Più bianco non si può, quella dell’attore / performer vicentino Piergiorgio Piccoli, guida spirituale di Theama Teatro, importante entità teatrale veneta. Piccoli giocherà proprio sul bianco, sull’infinito potere di un colore che esprime bene la nostra epoca: perfezionismo, purezza, certezza. Piccoli ne fa il tema portante della sua azione performativa.
"Try to be creative" a cura di Enrico Gusella, Giorgio Pellizzaro e Cristiano Seganfreddo.
Manifestazione promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Spettacolo – Centro Nazionale di Fotografia e Scuola Italiana Design – PST Galileo in collaborazione con Fuori Biennale, The Simple Company e 2night.

Padova, Galleria Sottopasso della Stua (Largo Europa)
sabato 1° luglio a partire dalle ore 21.00

Ingresso libero.

Centro Nazionale di Fotografia
Via Isidoro Wiel, 17 – 35127 Padova
tel. / fax 049 8721598 tel. 049 8722531
e-mail: cnf@comune.padova.it Sito internet: http://cnf.padovanet.it
Segreteria organizzativa: Anna Defrancesco, Francesco Da Re, Michaela Poloni.

SCUOLA ITALIANA DESIGN – P.S.T. GALILEO
C.so Stati Uniti, 14 35127 Padova Z.I. Sud
Tel. +39 049 8705980 - Fax. +39 049 8707428
e-mail: info@scuolaitalianadesign.com

The Simple Company, Concentus Musicus Patavinus
Padova, Palazzo Liviano, Piazza Capitaniato 7
http://www.cmp.unipd.it/danza
http://simple-co.splinder.com


Torna su

 

 

Link esterni



Torna su

 

 

 
A cura di:
Enrico Gusella

Padovanet | Mappa | Cerca

[ ultimo aggiornamento: 17-08-2018 ]