padovanet mappa  

Padova Aprile Fotografia 2010
   

sezioni

link

Interni

Esterni

a cura di
  • Centro nazionale di fotografia
  • Comune di Padova - Settore Servizi istituzionali e Affari generali
  • Palazzo Moroni, via del Municipio 1 (Torre Anziani) - 35122 Padova
  • telefono 049 8204519
  • fax 049 8237557
  • e-mail: cnf@comune.padova.it
  • Sito internet: cnf.padovanet.it
  • Coordinatore
    Enrico Gusella

Sonia Marin. So simple


le altre mostre>>>

 

 

Padova, Galleria Sottopasso della Stua (Largo Europa)
giovedì 13 maggio 2004 – sabato 12 giugno 2004

Si inaugura mercoledì 12 maggio 2004 alle ore 18.30 nella Galleria Sottopasso della Stua (Largo Europa) la mostra "Sonia Marin. So simple".

La rassegna, promossa dall’Assessorato alla Cultura, presenta una raccolta degli ultimi lavori della fotografa padovana, che ha voluto catturare le memorie di sensazioni vissute in immagini semplici ed essenziali, una sorta di racconti autobiografici narrati con intenso lirismo. La semplicità, del resto, come suggerisce il titolo stesso della mostra, è il fil rouge della sua ricerca, che nasce dal desiderio di rendere tutto ciò che le appartiene il più diretto possibile da percepire visivamente. Per questo la fotografa sceglie i soggetti dei suoi quadri tra gli oggetti e i luoghi di vita comune, isolandoli e decontestualizzandoli in uno spazio nuovo. Sonia Marin sceglie così scorci narrativi che coinvolgono l’osservatore in una prospettiva ravvicinata, intimistica, dando vita a piccole storie che "raccontano il profumo di un sogno lontano...". Le sue sono storie sussurrate, comprensibili solo da un ascoltatore attento: gli oggetti di sempre parlano di una vita passata, portano addosso le tracce di un tempo antico; anche il corpo, in questo caso quello femminile, è uno dei soggetti cari all’artista, in quanto specchio delle emozioni e delle esperienze di tutta la vita: Sonia Marin ferma i gesti della quotidianità, li ritrae anche in quei difetti che danno, ad una natura cruda e realistica, una connotazione surreale. La luce è usata come se fosse la colonna sonora di queste storie, ne descrive l’atmosfera trasognante e poetica, scandisce le forme dei "personaggi" accompagnando la loro "voce". In contrapposizione ad immagini confezionate di una realtà patinata, con So simple, la fotografa padovana riscopre ciò che troppo spesso si dà per scontato, ovvero una dimensione immaginaria quanto verosimilmente realistica. La sua volontà è di salvare l’immagine, affinchè il tempo non si porti via relazioni, presenze, atmosfere, oggetti divenuti concretizzazioni di memoria. Sonia Marin propone uno stile che si snoda continuamente fra diverse ipotesi, senza legarsi mai troppo strettamente nè alla classicità di still-life molto ben stampati, nè alla dichiarata preferenza per il bianco/nero. E se un legame esiste, è piuttosto rintracciabile nella ricerca delle atmosfere, nello studio delle luci e, soprattutto, nella volontà di creare strutture narrative nuove e dinamiche.

Biografia

Sonia Marin nasce a Padova il 25 febbraio 1971. Vive a Milano dal 1989, dove accanto all’attività professionale di fotografa freelance, coltiva anche quella di autrice. Da cinque anni collabora con l’Istituto Europeo di Design in qualità di Docente del Dipartimento di Fotografia; dal 1994 lavora nel campo della fotografia pubblicitaria - still-life - realizzando redazionali per numerose testate e collaborando con importanti aziende nel settore della moda e dell’arredamento. Esordisce con una Mostra Itinerante che la porta ad esporre e vendere le proprie immagini al Copenhagen Visual Art (1993), a Washington e nella Ashuah Irvin Gallery di Boston (1994), presso il Genève Photographic Center e a Barcellona (1995). Sue mostre personali e collettive hanno avuto luogo in numerose città europee ed americane tra cui: Milano, Centro Filologico Milanese (1992), "Persona"; Padova, Fotopadova (1993) "Immaginando"; Milano, Spazio Agfa - Gevaert (1998) "Immaginando", Arco (TN), Atelier Segantini (2002), "So simple"; Milano, Killer Plastic e Milch (2003), "Smile, please". Altre esposizioni hanno avuto luogo a Milano, Galleria d’Arte Il Castello, mostra di fotografi esordienti per Emergency (1997); Milano, Fotoforum - Festival della fotografia al femminile (1998); Milano, Mostra collettiva autori di via Farini, "Care of" (1999); Milano Outlook Express, selezione autori per l’Anniversario dell’Archivio di via Farini, (2000); Milano, Palazzo della Triennale, "Il Chiaroscuro della Violenza" (2000). Vince il Primo Premio al Concorso Fotografico Nazionale, FotoPadova (1993); Primo Premio al Concorso Nazionale "Francesco Bertozzi", Novara (1995); Primo Premio al Concorso Nazionale Miglior Portfolio - Premio Pizzocchero - Fondazione Italiana per la Fotografia di Torino (1995); Secondo Premio Concorso di Fotografia Contemporanea "Federico Vender", Arco (2002). Nel 1996 supera le selezioni di Migliore Autrice al Concorso Femminile Photoforum PascquArt di Bienne.





Mostra promossa dall’Assessorato alla Cultura - Centro Nazionale di Fotografia, a cura di Enrico Gusella e di Gustavo Millozzi.
Padova, Galleria Sottopasso della Stua (Largo Europa), 13 maggio - 12 giugno 2004.
Orario: da lunedì a sabato 11.00 - 13.00/15.00 - 19.00.
Chiuso la domenica. Ingresso libero.

Informazioni

Centro Nazionale di Fotografia, Via Isidoro Wiel 17 - 35127 Padova.
Tel. 049 8721598 - 049 8722531 - fax 049 8721598
e-mail: gusellae@comune.padova.it
http://cnf.padovanet.it


Torna su

 

 

Link esterni



Torna su

 

 

 
A cura di:
Enrico Gusella

Padovanet | Mappa | Cerca

[ ultimo aggiornamento: 25-06-2018 ]