padovanet mappa  

Padova Aprile Fotografia 2010
   

sezioni

link

Interni

Esterni

a cura di
  • Centro nazionale di fotografia
  • Comune di Padova - Settore Servizi istituzionali e Affari generali
  • Palazzo Moroni, via del Municipio 1 (Torre Anziani) - 35122 Padova
  • telefono 049 8204519
  • fax 049 8237557
  • e-mail: cnf@comune.padova.it
  • Sito internet: cnf.padovanet.it
  • Coordinatore
    Enrico Gusella

PATRIZIA BONANZINGA


le altre mostre>>>

 

 

GALLERIA SOTTOPASSO DELLA STUA (LARGO EUROPA
venerdì 29 ottobre 2004 – sabato 11 dicembre 2004

Si inaugura giovedì 28 ottobre alle 18.30 nella Galleria Sottopasso della Stua (Largo Europa) la mostra "Patrizia Bonanzinga. La via del carbone".

Promossa dall’Assessorato alla Cultura – Centro Nazionale di Fotografia, a cura di Enrico Gusella, la rassegna, intende raccontare con trenta scatti in bianco e nero, la complessa realtà cinese attraverso la sua energia primaria: il carbone. L’artista con il suo lavoro indaga tutte le differenti fasi che portano dalla produzione all’uso del carbone. L’opera di Patrizia Bonanzinga si concentra non solo sul mondo lavorativo e le relative condizioni umane, ma anche sulla vita quotidiana che nonostante i grandi cambiamenti in atto in quel paese è ancora fortemente legata ad un tipo di sviluppo quasi artigianale e sostenuta da una solida tradizione culturale.
Colpita e affascinata da questo universo "annerito", dal 1995 la fotografa lavora al progetto "La via del carbone" ripercorrendo tutta la catena industriale legata al carbone e concentrandosi soprattutto lungo un asse immaginario e reale: quello che lega Pechino, capitale politica, a Datong, nella provincia dello Shanxi, capitale del carbone.
Le diverse tappe del percorso si snodano attraverso due direzioni: una legata a chi il carbone lo estrae, alla classificazione dei diversi tipi di miniere ai depositi di stoccaggio; l’altra a chi lo trasporta, alla distribuzione, alla stessa "via del carbone", lungo la quale si è nel corso del tempo sviluppa una particolare economia, grazie al passaggio dei numerosi camionisti, costituita da stazioni di servizio, ristoranti, alberghi…
Lo sguardo discreto della fotografia coglie anche la vita quotidiana, entra dentro le case, le scuole, fino agli ultimi vincoli della vecchia città di Pechino, dove le mattonelle di carbone vengono impilate per l’inverno e sommariamente ricoperte di cartoni e plastiche.
Un viso impolverato che sorride, gruppi di bambini che si affacciano curiosi dietro un muro di carbone, pianure di polvere scura percorse dai camion e dai carri trainati da asini affaticati sotto il peso del loro carico nero, le pale traslucide accatastate in un angolo, una carriola abbandonata, scene di vita, un giorno a scuola, il lavoro a ferri delle donne, una partita a biliardo degli uomini: una realtà costantemente circondata dalla fuliggine e da una patina nera e granulosa che permea il quotidiano.
Donne, uomini e bambini che vivono in funzione di questo minerale, il cui uso è legato tanto ai bisogni domestici, come testimonia un camino nell’angolo di una casa, quanto ai bisogni industriali che traspare dai camini delle ciminiere che fumano. Lo sguardo fotografico di Patrizia Bonanzinga non denuncia ma riporta, racconta e svela un mondo diverso e distante dal nostro, con tutte le contraddizioni che si possono incontrare in un paese complesso come la Cina, di cui il carbone, diventa oggetto di un percorso e di una storia.





Mostra a cura di Enrico Gusella
Padova, Galleria Sottopasso della Stua (Largo Europa)
29 ottobre 2004 - 11 dicembre 2004

Informazioni

Centro Nazionale di Fotografia, via Isidoro Wiel 17 - 35127 Padova.
Tel. 049 8721598 - 049 8722531
fax 049 8721598
e-mail: gusellae@comune.padova.it
http://cnf.padovanet.it


Torna su

 

 

Link esterni



Torna su

 

 

 
A cura di:
Enrico Gusella

Padovanet | Mappa | Cerca

[ ultimo aggiornamento: 17-08-2018 ]